Lā€™OSTERIA DEI LADRI

[351] Lā€™OSTERIA DEI LADRI

I nobili Valmarana possedevano a Montebello fino ai primi anni dellā€™Ottocento due osterie: una detta lā€™osteria ā€œGrandaā€ nella via centrale del paese e lā€™altra detta del ā€œGuĆ ā€ nei pressi dellā€™argine sinistro del corso dā€™acqua. La prima, molto frequentata, fruttava un affitto di 24 Ducati annui mentre la seconda pagava solo 10 Ducati e questo la dice lunga sulla qualitĆ  dei clienti che la visitavano, ma comunque molto importante. Infatti in questo sito, nella prima metĆ  del Settecento, si gestiva il pedaggio pontale che Giustin Valmarana era stato autorizzato ad imporre per rientrare dei 2800 Ducati da lui prestati allā€™Amministrazione della CittĆ  di Vicenza per il restauro del ponte sul GuĆ .
Dopo il 1755 il pedaggio del ponte del GuĆ  fu tolto, ma la catena che lo regolarizzava rimase a ricordo almeno fino al 1850, come riportato in un inventario dei beni dei ricchi Anselmi, nuovi proprietari.* La numerazione delle case vigente durante il dominio austro-ungarico ci dice che lā€™osteria e le case coloniche adiacenti portavano il 227 ā€“ 228 ā€“ 229. Lā€™intero gruppo di vecchi edifici non esiste piĆ¹ da molto tempo essendo stato raso al suolo per far posto prima alla rampa del bacino ed in seguito per costruirvi alcuni capannoni industriali.
Sabato 16 febbraio 1850, non molto lontano dallā€™osteria del GuĆ , nei pressi di una stradina che portava al Pedocchio avvenne lā€™ennesima rapina perpetrata ai danni di un poveraccio.
In piena notte tale Carlo Steccanella, di professione ā€œstrassaroā€ abitante a Prova di San Bonifacio, si stava dirigendo verso Vicenza con al seguito un carretto con 400 libbre (circa 200 chili) di ferro vecchio e un peso imprecisato di stracci per venderli. Forse una delle sue mete era Ponte Alto dove esisteva la cosiddetta ā€œvecchia ferrieraā€ ancor oggi ricordata nella toponomastica di quel posto.
Avvolti in un pezzo di carta e debitamente nascosti in un sorta di tasca opportunamente cucita in una gamba dei pantaloni, portava 17 Talleri divisi in monete da 20 centesimi. Ma questo accorgimento non fu sufficiente per preservare il denaro. Un individuo, armato di bastone e fiancheggiato da un complice, gli si avvicinĆ² senza che il malcapitato se ne accorgesse. Sotto la minaccia di un coltello della lunghezza di circa mezzo piede (15 centimetri) rimase pressochĆ© cieco quando uno dei loschi figuri gli sferrĆ² un paio di pugni sul cappello calcandoglielo poi fino agli occhi e proferendo la classica frase: o i bezzi o la vita. A nulla valse allo Steccanella dire che non aveva denaro con sĆ©, poichĆ© uno dei malviventi frugĆ² minuziosamente nei suoi pantaloni trovando ciĆ² che cercava. Al derubato non restĆ² altro che raggiungere Vicenza per consegnare le povere merci e per sporgere denuncia alle autoritĆ  competenti.
Il giorno seguente Stecanella ed una guardia partirono da Vicenza a e arrivati allā€™osteria del ponte sul GuĆ , condotta da Andrea Zonato, ad un chilometro da Montebello, si fermarono a bere un bicchiere di vino.
Non era stata una fermata casuale, ben si sapeva che quel luogo era frequentato dai soliti balordi che progettavano future rapine. La guardia e il derubato furono fortunati. Allā€™interno del locale si trovava tale Francesco Polin da Montecchio Maggiore detto ā€œbuson ?ā€, vecchia conoscenza delle forze dellā€™ordine che fu pure riconosciuto dallo Steccanella. A sua discolpa Franceso Polin asserƬ che la notte della rapina si trovava a dormire nel fienile di un contadino di Montebello, ma non fu creduto. Il processo che ne seguƬ vide il malfattore condannato a quel carcere duro di Padova, del quale ormai era diventato un fedele ospite.
Il curriculum di ladro seriale di Francesco Polin racconta che il 3 giugno 1834, allā€™etĆ  di 36 anni, era stato incarcerato nella cittĆ  del Santo per 6 mesi. Il 16 giugno 1840 gli furono comminati altri 10 mesi da scontare sempre nelle menzionate prigioni. Gli andĆ² meglio il 21 ottobre 1842, quando incriminato per furto, fu prosciolto per insufficienza di prove. Il 22 aprile 1845 altra condanna di 10 mesi per furto, seguita da quella del 2 marzo 1847 di 8 mesi con meta ancora il carcere duro patavino.
Non esiste proverbio piĆ¹ azzeccato di quello che dice che il lupo perde il pelo, ma non il vizio!

OTTORINO GIANESATO

NOTE: * Lā€™ultima delle grandi cessioni agli Anselmi di campagne in Montebello da parte di Nazario Valmarana ebbe luogo nel 1815, proprio allā€™epilogo delĀ  dominio napoleonico cheĀ  lasciĆ² il posto a quello austriaco. Il conte Nazario Valmarana cedette campi 78 nella contrĆ  del Vanzo piĆ¹ altri 19, con fabbriche sopra, nelle pertinenze di Montebello, con a sera il torrente GuĆ , a tramontana la strada comune. Oltre ad altre fabbriche e la casaĀ  posta al Ponte delle Asse che fu sempre ad uso di osteria e di casello per la ora sospesa catena ossia pedaggio del quale nā€™era in possesso esso signor Valmarana (dalla ricerca storica della famiglia Anselmi di Ottorino Gianesato).

FOTO: L’area del ‘Ponte delle Asse‘ a Montebello. L’osteria del “GuĆ ” si trovava sulla riva sinistra del torrente. Sulla riva destra si puĆ² notare il complesso della famiglia Palmiero con la Chiesa di Sant’Egidio (rielaborazione digitale da Google Earth di Umberto Ravagnani).

Umberto Ravagnani

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACEĀ 
Oppure lascia un commento qui sotto…

VILLA ANSELMI

Ā 

ā•Ā  AREA RISERVATAĀ  ā•

Per visualizzare questo articolo ĆØ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione ĆØ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATA ā†’ REGISTRAZIONE; inserisci iĀ  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrĆ  posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 ĆØ in fase di preparazione e sarĆ  disponibile nelle prossime settimane.

ANCHE GLI ANSELMI HANNO UN…

Ā 

ā•Ā  AREA RISERVATAĀ  ā•

Per visualizzare questo articolo ĆØ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione ĆØ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATA ā†’ REGISTRAZIONE; inserisci iĀ  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrĆ  posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 ĆØ in fase di preparazione e sarĆ  disponibile nelle prossime settimane.

GLI ANSELMI

Ā 

ā•Ā  AREA RISERVATAĀ  ā•

Per visualizzare questo articolo ĆØ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione ĆØ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATA ā†’ REGISTRAZIONE; inserisci iĀ  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrĆ  posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 ĆØ in fase di preparazione e sarĆ  disponibile nelle prossime settimane.

I CAVALLI DEGLI ANSELMI

Ā 

ā•Ā  AREA RISERVATAĀ  ā•

Per visualizzare questo articolo ĆØ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione ĆØ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATA ā†’ REGISTRAZIONE; inserisci iĀ  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrĆ  posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 ĆØ in fase di preparazione e sarĆ  disponibile nelle prossime settimane.

VILLA ANSELMI-SCHROEDER

Ā 

ā•Ā  AREA RISERVATAĀ  ā•

Per visualizzare questo articolo ĆØ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione ĆØ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATA ā†’ REGISTRAZIONE; inserisci iĀ  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrĆ  posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 ĆØ in fase di preparazione e sarĆ  disponibile nelle prossime settimane.