AMICI DI MONTEBELLO

2015_11_Expo

11 Ottobre 2015:  EXPO 2015 – MILANO

 

Il tema scelto per l’Esposizione Universale di Milano 2015 è “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Sono chiamate in causa le tecnologie, l’innovazione, la cultura, le tradizioni e la creatività legati al settore dell’alimentazione e del cibo. L’asse principale è il diritto inalienabile ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutti gli abitanti della Terra. La preoccupazione per la qualità del cibo in un mondo sempre più popolato (si calcola che nel 2050 gli abitanti della Terra saranno 9 miliardi) si accompagna a scenari di un aumento dei rischi per la quantità globale dei cibi disponibili in virtù dello sfruttamento intensivo e non sostenibile delle risorse naturali del pianeta. Alcuni dei temi principali che ruotano attorno alla Expo sono: rafforzare la qualità e la sicurezza dell’alimentazione, cioè la sicurezza di avere cibo a sufficienza per vivere e la certezza di consumare cibo sano e acqua potabile; assicurare un’alimentazione sana e di qualità a tutti gli esseri umani per eliminare fame, sete, mortalità infantile e malnutrizione; prevenire le nuove grandi malattie sociali della nostra epoca, dall’obesità alle patologie cardiovascolari, dai tumori alle epidemie più diffuse, valorizzando le pratiche che permettono la soluzione di queste malattie; innovare con la ricerca, la tecnologia e l’impresa l’intera filiera alimentare, per migliorare le caratteristiche nutritive dei prodotti, la loro conservazione e distribuzione; educare a una corretta alimentazione per favorire nuovi stili di vita, in particolare per i bambini, gli adolescenti, i diversamente abili e gli anziani; valorizzare la conoscenza delle “tradizioni alimentari” come elementi culturali ed etnici. preservare la bio-diversità, rispettare l’ambiente in quanto eco-sistema dell’agricoltura, tutelare la qualità e la sicurezza del cibo, educare alla nutrizione per la salute e il benessere della persona; individuare strumenti migliori di controllo e di innovazione, a partire dalle biotecnologie che non rappresentano una minaccia per l’ambiente e la salute, per garantire la disponibilità di cibo nutriente e sano e di acqua potabile e per l’irrigazione; assicurare nuove fonti alimentari nelle aree del mondo dove l’agricoltura non è sviluppata o è minacciata dalla desertificazione dei terreni e delle foreste, delle siccità e dalle carestie, dall’impoverimento ittico dei fiumi e dei mari. il land grabbing, ovvero l’accaparramento su larga scala di terreni agricoli in paesi in via di sviluppo. Questo tema non è trattato nella Carta di Milano. Carta di Milano Nei mesi precedenti all’Expo, è stato preparato un documento, la Carta di Milano, che elenca i principi e gli obiettivi dei firmatari riguardo al tema della nutrizione, della sostenibilità ambientale e dei diritti umani. Al termine dell’esposizione, questo documento verrà consegnato all’Organizzazione delle Nazione Unite (ONU).

PADIGLIONI TEMATICI

All’interno del sito sono presenti quattro aree o padiglioni tematici ai quali va aggiunto un padiglione urbano ospitato alla Triennale di Milano. Queste aree sviluppano i temi della nutrizione e della sostenibilità secondo differenti ambiti: l’esperienza del cibo e il futuro, il legame tra la nutrizione e l’infanzia, la possibilità di un cibo sostenibile, il rapporto tra il cibo e l’arte, la modalità di produzione del cibo. Padiglione Zero – Situato all’estremità ovest del sito, funge da portale d’accesso e introduzione alla visita. Ospita il contributo delle Nazioni Unite e la Best Practice Area, ovvero la raccolta delle migliori esperienze ed esempi sul tema della nutrizione. Quest’ultima vede la presenza di 15 Best Sustainable Development Practices on Food Security (BSDP – “Migliori esperienze di sviluppo sostenibile nell’ambito della sicurezza alimentare”). In particolare sono state selezionate le migliori esperienze in ambito: gestione sostenibile delle risorse naturali aumento della quantità e miglioramento della qualità dei prodotti dell’agricoltura dinamiche socio-economiche e mercati globali sviluppo sostenibile delle piccole comunità rurali modelli di consumo alimentare: dieta, ambiente, società, economia e salute Parco della Biodiversità – Un grande giardino di circa 8 500 m² posto nell’area Nord e adiacente alla Lake Arena, finalizzato alla riproduzione della varietà della Vita. Include un teatro e due padiglioni. Future Food District (“Il distretto del cibo del futuro”) – Si compone di un padiglione di 2.500 metri quadri (Supermarket) e di una piazza pubblica di 4.500 metri quadri su cui insiste un’altra struttura (Exhibition Area). Posto nella zona sud, di fronte all’anfiteatro, tratta il tema dell’evoluzione della filiera alimentare con largo uso delle tecnologie IT e prototipi di luoghi del futuro quali una casa, un ristorante ed un supermercato, ma anche una Vertical Farm e una Algae Urban Farm. Children Park (“Parco dei bambini”) – Realizzato in collaborazione con la città di Reggio Emilia, occupa un’area esterna al perimetro del canale ed è pensata come area ludica, ricreativa ed educativa per bambini e famiglie. Arts & Foods (“Arti e Cibi”) – Un’area tematica urbana ospitata nei locali della Triennale di Milano che vuole esplorare investigare il multiforme campo di relazione fra l’arte e l’alimentazione: dalla pittura alla scultura, dal video all’installazione, dalla fotografia alla pubblicità, dal design al cinema. (Da Wikipedia, l’enciclopedia libera – Foto U. Ravagnani)

( L. 63 )

Per copiare il contenuto chiedi agli Autori