1921 UN GRAVE FATTO DI SANGUE

[240] 1921 UN GRAVE FATTO DI SANGUE


Finita la disastrosa prima guerra mondiale la situazione sociale ed economica in Italia era, a dir poco, tragica. La nostra lira valeva un quinto della lira del 1914 e questo significΓ² per certi gruppi sociali l’impoverimento e per altri addirittura la rovina. E che dire della β€œspagnola”? La prima ondata, nel 1918, fu relativamente blanda, come un’influenza stagionale e non scatenΓ² il panico. Fu la seconda ondata della pandemia, scoppiata nella tarda estate dello stesso anno e durata fino a dicembre, a provocare la maggior parte dei decessi. Ma bisogna aspettare l’estate del 1920 per dichiararne la fine. la Prima guerra mondiale, durata piΓΉ di quattro anni, causΓ² dieci milioni di morti fra i combattenti, piΓΉ alcuni milioni di vittime civili. Ma la pandemia fece molte piΓΉ vittime: si Γ¨ calcolato che morirono non meno di 50 milioni di persone su una popolazione mondiale di circa 1,8 miliardi.

Ma veniamo al nostro racconto. Nel diario parrocchiale del cronista, don Antonio Zanellato, il Prevosto della Chiesa di Montebello di allora, leggiamo, questo tragico fatto successo esattamente 100 anni fa:

Β« 27 Agosto 1921 – Domenica alle ore 7 1/2 del mattino presso una chiavica del GuΓ  sull’argine destro a monte del ponte delle Asse avvenne uno scontro tra quattro ladri che avevano nascosto la refurtiva nella chiavica e due carabinieri. Rimasero morti da arma da fuoco e percosse il carabiniere Cipriani Riccardo [figlio] di Sante, di Loreo (Rovigo) frazione di Cavanella Po d’anni 21 e il ladro P.G., d’anni 17 di qui, noto comunista. Fu ferito l’altro carabiniere Zanini, che sentΓ¬ dal carabiniere morto [sic!] il nome di β€˜Besso’. Furono arrestati due fratelli del posto. Besso si diede alla latitanza. Il cadavere del carabiniere fu portato nella cella mortuaria dell’Ospedale, quello del P.G. in quella del cimitero. Il lunedΓ¬ sera il P.G., al quale era stata negata la sepoltura ecclesiastica domandata dalla famiglia, fu gettato nella fossa. Il martedΓ¬ alle ore 4 con intervento di 11 Sacerdoti e 2 Chierici dei comuni di Montebello e Gambellara, con le rappresentanze dei comuni di Montebello e limitrofi e di ogni sorta di associazioni con bandiere, con scorte di Carabinieri e una folla immensa di popolo, il Carabiniere Cipriani fu portato alla Chiesa, dove furono cantati il Vespro e le Esequie. Prima delle Esequie parlΓ² il Prevosto, sulla porta della Chiesa parlarono il Sindaco di Montebello, il Colonnello comandante della Legione Carabinieri di Verona, un Maresciallo, il Commissario di P.S. di Vicenza AlverΓ , Pegoraro per il P. P. I., uno per i fasci di Combattimento, Guarda Attilio per i Combattenti. Al Cimitero parlΓ² un Carabiniere. Vi furono molte corone, intervenne la musica cittadina. Assenti e nascosti i comunisti. Β»

Alcune considerazioni: il nostro era un Paese essenzialmente agricolo, nell’Italia del primo dopoguerra i nove decimi dei proprietari non possedevano, individualmente, neanche un ettaro, in tutti quasi tre milioni di ettari sul totale di 22 milioni. Questo consentiva un livello di vita che non era molto di piΓΉ della pura sopravvivenza. Nelle campagne risuonava il grido β€œla terra ai contadini”. Nelle fabbriche, quasi tutte al Nord, il modello da imitare era la Russia e il suo comunismo. Nel 1920 ci fu l’occupazione delle fabbriche, che costituΓ¬ il punto di β€˜non ritorno’ della crisi. Tutto questo non fece che moltiplicare i fatti simili a quello raccontato qui e a preparare la strada all’avvento del fascismo.

Foto:
1) La fotografia, incollata sulla pagina del diario, riproduce parte del corteo prima dell’ingresso nella Chiesa Parrocchiale il 29 agosto 1921 (rielaborazione grafica di Umberto Ravagnani).

Umberto Ravagnani

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACEΒ 
Oppure lascia un commento qui sotto…

NUOVO ORGANO PER MONTEBELLO

[236] UN NUOVO ORGANO PER MONTEBELLO


Verso la metΓ  degli anni 50 del Novecento si cominciΓ² a pensare alla sostituzione del vecchio organo della Chiesa Prepositurale. Dal 1953 era Prevosto, a Montebello, don Mario Cola di San Bonifacio, il quale avrebbe condotto questa Parrocchia fino al 1978. Nel suo diario, giΓ  iniziato dal suo predecessore don Antonio Zanellato, nell’anno 1957, a proposito dell’organo, cosΓ¬ scriveva:

« La nostra Chiesa ne aveva estremo bisogno – era fornita prima con un β€œDe Lorenzi” che gravava con un’impalcatura sull’altare maggiore, rendendolo pesante.1 Si pensΓ² a una trasformazione radicale, liberando l’altare Maggiore di tutto. Le trattative dopo vari assaggi, ebbero luogo fin dal luglio 1957 con la ditta Vincenzo Mascioni di Covio (Varese),2 rinomato e preciso. Si praticΓ² un arco sulla parete che comunica coll’Oratorio, accompagnando l’Architettura, incompleta nella parte superiore dello sfondo della Chiesa. Il primo disegno comportava una grata che nascondeva le canne, come si vede dalla fotografia, ma non piacque a nessuno. Fu necessario riprendere un nuovo disegno, a canne libere, come si vede sotto. CiΓ² portΓ² ad un ritardo nella esecuzione e nella inaugurazione, che ebbe luogo il 28 maggio 1959. La spesa passΓ² da Β£ 5.900.000 a Β£ 6.300.000.
Ora la struttura Γ¨ perfetta e di comune soddisfazione. Vedi gli atti relativi all’organo nella cartella in Archivio, e i particolari dell’inaugurazione alla pagina seguente.
Il vecchio organo fu ceduto per Β£ 300.000 a una Chiesa di Bologna-Borgo Panigale a Β½ Guarini di Bassano.Β Β»

Incollato sul diario poi troviamo un breve articolo a stampa che ricorda il giorno preciso dell’inaugurazione:
L’inaugurazione ufficiale dell’Organo fu fatta il 28 Maggio 1959, festa del Corpus Domini, giorno di pioggia, alla presenza delle autoritΓ , di molto popolo e di numerosi sacerdoti. Il concerto fu tenuto dal Maestro Renzo Buja del Conservatorio di Padova. Presenti anche i Signori Mascioni, costruttori del magnifico strumento. Ora loderemo piΓΉ solennemente il Signore. (Libero adattamento Umberto Ravagnani)

Note:
1) In una splendida cartolina dei primi anni 50 si puΓ² notare com’era effettivamente sistemato il vecchio organo: era appoggiato su un soppalco che fungeva anche da ‘coro’, appeso sul fondo della Chiesa, come si puΓ² vedere nell’immagine, di un precedente articolo: β€œEL CORO SORA L’ALTARE”.
2) La ditta Mascioni Γ¨ una delle piΓΉ antiche fabbriche d’organi d’Europa ed Γ¨ attiva a partire dal 1829. L’arte organaria si tramanda di padre in figlio, da sei generazioni la Famiglia Mascioni costruisce organi e da 40 anni restaura organi storici. Da anni si occupa della manutenzione degli organi della Basilica di San Pietro in Vaticano e degli organi del Duomo di Firenze; ha inoltre ottenuto di recente l’incarico formale per la ricostruzione dell’organo per la Basilica del Santuario di Fatima in Portogallo. Sono quasi 1200 gli organi costruiti sinora.

Il nuovo organo costruito per la Chiesa di Montebello Γ¨ numerato come β€˜opera 767’, ha 2 tastiere e 23 registri.

Foto:
1) L’immagine mostra la prima proposta della ditta Mascioni per il nuovo organo di Montebello (Rielaborazione grafica di Umberto Ravagnani).
2) La versione definitiva del nuovo organo di Montebello della ditta Mascioni (Rielaborazione grafica di Umberto Ravagnani).

Umberto Ravagnani

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACEΒ 
Oppure lascia un commento qui sotto…

LA SOLENNE DEL 1955

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto a destra scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume, riccamente illustrato, disponibile su prenotazione presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito.

LA SOLENNE DEL 1970

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto a destra scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume, riccamente illustrato, disponibile su prenotazione presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito.

LA SOLENNE DEL 1965

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto a destra scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume, riccamente illustrato, disponibile su prenotazione presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito.

LA SOLENNE DEL 1960

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto a destra scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume, riccamente illustrato, disponibile su prenotazione presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito.

IL CAPITELLO DI RONCHI

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto a destra scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume, riccamente illustrato, disponibile su prenotazione presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito.

BAMBINI DI MONTEBELLO (2)

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto a destra scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume, riccamente illustrato, disponibile su prenotazione presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito.

ANNIVERSARI (1)

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto a destra scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume, riccamente illustrato, disponibile su prenotazione presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito.