SCIOPERO AL PONTE NOVO

[284] LO SCIOPERO AL PONTE DELLA FRACANZANA

A cavallo tra il β€˜600 e il β€˜700 i marchesi Malaspina si distinsero a Montebello per la loro perizia e competenza nel dirigere e presiedere alcuni lavori di pubblica utilitΓ .
In particolare il loro intervento fu richiesto dalle autoritΓ  di Vicenza quando il torrente Chiampo provocΓ² un eccessivo e pericoloso accumulo di ghiaia sotto il ponte della Fracanzana (ponte Novo). Per evitare guai maggiori, giΓ  da tempo le autoritΓ  vicentine avevano approvato l’innalzamento del ponte di 4 piedi, ossia metri 1,40, ma di riflesso questa modifica avrebbe comportato la contemporanea elevazione delle rampe o β€œpontare” di accesso al manufatto medesimo.
Quindi, in virtΓΉ della passata maestria e competenza dimostrate il marchese Gio.Carlo Malaspina fu incaricato di sovraintendere ai lavori con un occhio di riguardo alla β€œpontara”, (o discesa) verso Verona.
Si era giΓ  nella seconda metΓ  del mese di giugno 1712 ed il marchese si dovette scontrare con una difficile realtΓ : mancavano gli operai e i mezzi agricoli di trasporto necessari per l’escavazione della ghiaia dal torrente Chiampo poichΓ© si era nella stagione della raccolta soprattutto del frumento. A onor del vero il marchese aveva preventivamente informato le autoritΓ  vicentine che questo periodo era sΓ¬ adatto all’estrazione delle ghiaia, complice la siccitΓ  estiva, ma era altrettanto idoneo e necessario alla raccolta dei β€œgrani” ed al taglio dei fieni.
Ecco allora la spiegata la causa di questa forma di sciopero ed astensione dal lavoro che aveva portato gli operai ad incrociare le braccia contro la costruzione della rampa del ponte. Ma il Capitanio di Vicenza, Sebastiano Foscari, non volle sentire le ragioni dei montebellani e ordinΓ² al marchese Malaspina di far progredire i lavori sotto pena di 500 Ducati.
Pertanto al marchese Gio.Carlo Malaspina non restΓ² altro che far la voce grossa e minacciare gli addetti ai lavori scatenando proteste e lamentele con la contemporanea astensione della maggioranza delle maestranze.
Finalmente, grazie all’intercessione di chissΓ  quale santo, il Capitanio di Vicenza raccolse le suppliche dei poveri operai e contadini impiegati nella costruzione della β€œpontara” e cosΓ¬ scrisse al marchese Malaspina:

β€œL’Eccellentissimo Signor Capitano, cosΓ¬ umilmente supplicato per parte delli poveri abitanti delle ComunitΓ  di Montebello, Montorso e Zermeghedo, obbligati nella presente stagione ad accudire agli interventi della campagna per la raccolta de’ formenti, fave e fieni come per la semina de’ minuti (cereali minori n.d.r.) e attesa avea la penuria delle boarie (animali bovini – n.d.r) stante la mortalitΓ  passata (la peste bovina del settembre 1711 provocΓ² la morte nel vicentino di circa 14.000 capi di bestiame – n.d.r.) ha ordinato et espressamente commesso che il mandato rilasciato da Sua Eccellenza al signor Marchese Gio. Carlo Malaspina li giorni passati per causa della facitura della pontara al ponte della Fracanzana non possa astringere (costringere – n.d.r) alcuni abitanti ad andare nΓ© personalmente nΓ© con boarie al lavoro di detta pontara e condotta di legnami e sassi dovenndo essi attendere ai propri interessi tanto necessari nella presente stagione.” Dovendo altresΓ¬ il signor marchese Gio.Carlo Malaspina far immediatamente accomodar li ponti sopra la Strada di Fara acciocchΓ¨ possino liberamente passare corrieri e passeggeri e poi a tempo piΓΉ proprio trovar gente e boarie senza violenza per adattare la pontara della Fracanzana.”

Questi ordini furono perΓ² ignorati dal marchese Malaspina che invece proseguΓ¬ nella sua condotta coercitiva nei confronti degli abitanti del Vicariato di Montebello. Questi ultimi furono allora costretti a rivolgersi alle piΓΉ alte autoritΓ  di Venezia ottenendo l’auspicato risultato che il nobile Leonardo Diedo informΓ², seccato, il Capitanio di Vicenza del deprecabile comportamento del marchese Gio.Carlo Malaspina.
Questa difficile situazione ebbe naturalmente il suo epilogo allorchè il 6 luglio, finiti i raccolti nei campi, i lavori ripresero regolarmente, con buona pace di tutti, per essere definitivamente portati a termine il 6 agosto seguente.
Per l’occasione il marchese Malaspina non perse tempo e si premurΓ² di inviare un suo agente a Vicenza a umiliarsi a Vostra Illustrissima et esibir il conto di tutte le fatture e spese comandate et oggi terminate.
Il nobile fu regolarmente e puntualmente pagato.

OTTORINO GIANESATO

Immagine: Il ponte della Fracanzana, o Ponte Novo, dopo una recente piena del torrente Chiampo (foto Umberto Ravagnani, 2004).

Umberto Ravagnani

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACEΒ 
Oppure lascia un commento qui sotto…

LA RISAIA DEI FRACANZAN

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure sulla barra laterale, scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 Γ¨ in fase di preparazione e sarΓ  disponibile nelle prossime settimane.

L’ANTENATO DEL CASELLO

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure sulla barra laterale, scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 Γ¨ in fase di preparazione e sarΓ  disponibile nelle prossime settimane.

MONTEBELLO NEL 1854

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure sulla barra laterale, scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 Γ¨ in fase di preparazione e sarΓ  disponibile nelle prossime settimane.

LE RISAIE DI MONTEBELLO

Β 

⁕  AREA RISERVATAΒ  ⁕

Per visualizzare questo articolo Γ¨ necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione Γ¨ semplice e gratuita: dal menu in alto oppure sulla barra laterale, scegliere AREA RISERVATA β†’ REGISTRAZIONE, inserire iΒ  propri dati e premere su REGISTRAZIONE. In breve tempo verrΓ  approvata la vostra richiesta e, quindi, potrete entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 Γ¨ in fase di preparazione e sarΓ  disponibile nelle prossime settimane.