COSÌ MUOIONO GLI EROI

[347] COSÌ MUOIONO GLI EROI
Luigi Piccoli

Nelle scorse settimane il gentilissimo monsignor Evelino Dal Bon, per 23 anni alla parrocchia di Santa Maria della Neve, a Sirmione (Bs), ha consegnato al nostro Prevosto, don Guido, una serie di articoli, da lui raccolti, sul sergente Luigi Piccoli il quale, il 10 settembre del 1943, veniva trucidato dai tedeschi mentre difendeva strenuamente il ponte del Marchese, una delle porte d’ingresso di Montebello. Vi presentiamo qui la parte più significativa di quanto già riportato il 3-5-1945 dal settimanale dell’Azione Cattolica veronese “Idea Giovanile“, riservandoci di approfondire ulteriormente l’argomento in un prossimo articolo.
Alla fine del mese di agosto 1943 l’intero comando della VI Armata, in precedenza stanziato in Sicilia, fu riorganizzato presso Montebello Vicentino e Luigi Piccoli fu richiamato come ufficiale preposto all’amministrazione economica e logistica.
« La sera dell’8 settembre 1943 Luigi era a Verona [la sua città natale e dove risiedeva la sua famiglia NdR]: aveva ottenuto in mattinata dal suo maggiore un brevissimo permesso di 24 ore, per trascorrere in famiglia la festa cara alla Cattedrale e al popolo Veronese, ossia la festa della Nascita di Maria SS.ma. La sera nel Duomo gremito egli era in cantoria (da tanti anni egli era corista apprezzato e sicuro della Cappella).
Al mattino del 9 settembre, mentre sugli spalti della città e dall’ingresso di qualche caserma tuona il cannone e i cittadini si rimpiattano impauriti, Luigi Piccoli impavido si reca alla stazione di Porta Nuova. Egli deve tornare al suo posto a Montebello nell’ufficio comando della sua VI armata. Alla stazione apprende che nessun treno è partito, né partirà.
Torna a casa. Si è messo in borghese per evitare la cattura o la vergogna, dato che non ha armi per difendersi. I suoi lo supplicano: data la catastrofe, dato che i mezzi ordinari non ci sono, rimanga a casa; è più prudente, più saggio, più opportuno. Ma Piccoli non ragiona sul metro delle coscienze ordinarie. Afferra la sua bicicletta (la sua personale), e parte immediatamente: a Montebello troverà un’altra divisa di ricambio. Percorre d’un fiato, nel calore estivo, i 35 Km. che lo separano dalla meta senza incidenti. Giunto, indossa la sua divisa di sergente e lieto, al suo posto di lavoro con puntualità matematica lavora tutto il giorno alla macchina da scrivere. Alla sera, il sergente Piccoli riceve un ordine mai prima ricevuto: “molti sono in licenza, altri sono sbandati; c’è da presidiare il ponte e col ponte di Montebello il comando di armata…” Luigi non discute: non dice che è stanchissimo; è il dovere e null’altro. La notte, lo trova con pochissimi altri coll’occhio aguzzo sull’argine presso la mitragliatrice.
Al mattino alle otto doveva essere sostituito; il cambio ritarda, ma lui non si muove. L’eroe del dovere. Giunge un autocarro dall’odiato colore caki: il sottotenente italiano che comanda lo sparuto corpo di guardia al ponte, parlamenta assai vivacemente: tenta convincere quei figuri a proseguire per Vicenza. Il dibattito è vivo e c’è qualcosa di tragico in vista. Ad un certo punto l’eroico ufficiale comanda seccamente: « ragazzi, difendiamo il ponte ». Dietro l’argine nessuno si muove, tutti si sono appiattati. Tutti? É falso. Piccoli come una molla è scattato. « Eccomi signor ufficiale » Ma per quanto sia stato rapido il suo gesto per buttarsi sull’arma, i tedeschi l’hanno prevenuto. Alcuni schiocchi secchi di armi automatiche; il valoroso ufficiale e l’eroico e pronto sergente si abbattono al suolo colpiti mortalmente (il sottotenente dopo lunghe alternative tra la vita e la morte però non soccombette). Gli invasori proseguono la strada per Vicenza, forse impauriti per l’assassinio compiuto: come si voleva ottenere. Ma il prezzo è pagato da quel gocciolare di sangue che dal ponte di Montebello conduce verso il paese.
La casa del medico per fortuna è vicinissima. Giunge anche subito chiamato il cappellano della parrocchia. « Diteci chiaramente la verità: tanto noi siamo pronti a morire » è la voce serena di Piccoli. « Il caso è grave: d’urgenza all’ospedale. » Un’auto fortunatamente pescata in paese, un materasso prestato dallo stesso dottore e via! In dieci minuti si è ad Arzignano.
Ma il caso è disperato; il primario dice a Don Urbani, cappellano dell’ospedale: « nulla da fare: due pallottole hanno attraversato il fegato: morrebbe sotto i ferri! ».
La vera grandezza o per meglio dire l’apogeo dell’eroismo di Luigi Piccoli comincia ora e dura per le sette lunghe ore di atroce agonia. Le sue parole, con fatica pronunciate sono per la mamma, per Mons. Manzini, per Don Zignoli e la sua Presidenza Diocesana, per i commilitoni e per la Patria. « Le suore – scrisse poi commosso Don Urbani – compresero che agonizzava un grande, un cristiano, un vero soldato e accompagnarono il trapasso in silenzio inginocchiate accanto a quel letto a pregare e a piangere come se fosse un altare.
Ecce quomodo moritur justus! Era l’ora nona di un venerdì di settembre, il primo venerdì di Passione dell’Italia umiliata e divisa, dopo di essere stata tradita nella sua storia. Sì, tradita! perché se i 700.000 caduti del 1915-18, se tutti gli eroi che morirono da Legnano a Giovanni dalle Bande Nere, da Francesco Ferruccio a Ciro Menotti ai fratelli Bandiera ai martiri di Belfiore a Battisti Filzi e Chiesa potessero risorgere plaudirebbero ».

Ecco la lettera del Cappellano all’Ospedale di Arzignano, don Urbano Urbani, al Rev.mo Sac. don Antonio Zignoli, uno dei principali punti di riferimento dell’Azione Cattolica veronese di quel periodo storico.

« Arzignano, 11 Settembre 1943,
Ieri alle 15,30 è spirato all’ospedale di Arzignano il sergente Luigi Piccoli di Verona. Ora, prima di spirare, un estremo doloroso sforzo perché potessi comprendere, mi ha detto: « Faccia sapere a Don Zignoli che nel momento estremo il mio pensiero e il mio cuore è vicino a lui e vicino ai mei cari amici, i dirigenti dell’Azione Cattolica ». Questo per suo espresso desiderio. Ma io Le dico che Lei può bene ringraziare il Signore che Le ha dato la grazia di poter formare nell’anima dello scomparso una convinzione così profonda e sentita di fede e una realtà di vita cristiana corrispondente in pieno alle sue convinzioni, da restare ammirati. Era già stato alla Comunione pochi giorni prima e a Montebello, ferito mortalmente, ha ricevuto l’assoluzione e l’Estrema Unzione. S’è allora confessato ed ha potuto ricevere il s. Viatico con un raccoglimento da lasciare ammirati. Mi ha espressamente poi detto: « Sono dell’Azione Cattolica e anche dei dirigenti » e se ne vedeva negli occhi, nel viso nel modo di dirlo, tutta la compiacenza. Ad un dato momento mi chiama e mi dice: « Padre, perdono a tutti ». Con vero trasporto accompagnò l’atto di accettazione alla morte e accompagnava tutte le preghiere e le aspirazioni che gli venivano suggerite. Ad un carabiniere aggiunto, perché di Verona, diede l’incarico di portare personalmente gli ultimi angosciosi saluti ai suoi cari e l’incarico di dire al suo comandante e al suo reparto che egli moriva da soldato. L’assistere a questo impareggiabile dirigente dell’Azione Cattolica nei momenti estremi, mi ha confermato nella opinione che fu di tutta la ma vita, che la grazia più grande per un’anima è il parteciparvi e specialmente averla compresa e vissuta. Le aggiungo che parecchie suore dell’ospedale, compreso che moriva un grande cristiano, sono state lì attorno al suo letto ad imparare, a pregare, a piangere. La sua intelligenza non si è spenta che forse due minuti prima di morire ed egli ha offerto con vero slancio le sue sofferenze, che specialmente in ultima sono state strazianti, in spirito di apostolato per le anime, per l’azione cattolica e con vivo sentimento di riparazione. Io non ho altro da aggiungere Rev.mo confratello; soltanto che non dimenticherò mai un’anima così bella e così grande. All’ospedale di Arzignano ebbe le più delicate cure e la più affettuosa assistenza. Non ha potuto essere operato dal nostro chirurgo, che è molto abile nella sua professione, perché colpito al rene sinistro, trapassato l’intestino ed il fegato, sarebbe restato sotto i ferri. La pregherei di porgere ossequi e condoglianze alla Sua famiglia e a Lei Rev.mo Signore ed ai dirigenti dell’Azione Cattolica, pure i miei distinti ossequi e le mie condoglianze »
.

Don Urbano Urbani Cappellano all’Ospedale di Arzignano

FOTO: 1) Una delle rare foto del sergente Luigi Piccoli (rielaborazione grafica Umberto Ravagnani).
2) La stele che ricorda Luigi Piccoli vicino al ponte del Marchese a Montebello Vicentino. L’iscrizione recita così: “Medaglia d’Argento V.M. Qui il 10 settembre 1943 colpito da vile piombo tedesco il sergente Luigi Piccoli immolò a difesa del ponte e d’Italia l’ardente e pura sua giovinezza. La Gioventù Cattolica veronese di cui egli era presidente diocesano memore e fiera pone. 30 IX 1945” (foto Umberto Ravagnani).

Umberto Ravagnani

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE 
Oppure lascia un commento qui sotto…

IL PONTE DELL’ACQUETTA

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

LA MAESTRA TERESA BERTOLA

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

UN MONTEBELLANO DI ALTRI TEMPI

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

UNA TRAGICA DISCUSSIONE

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

LA STALLETTA DEL VICARIO (2)

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

DAL PROF. TERENZIO CONTERNO (3)

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

MONTEBELLO NEL 1854

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

DAL PROF. TERENZIO CONTERNO (2)

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

DAL PROF. TERENZIO CONTERNO (1)

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

MONTEBELLO E LE GUERRE

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.

L’ALDEGA’

 

⁕  AREA RISERVATA  ⁕

Per visualizzare questo articolo è necessario registrarsi o accedere con le proprie credenziali. La registrazione è semplice e gratuita: dal menu in alto oppure dalla barra laterale, scegli AREA RISERVATAREGISTRAZIONE; inserisci i  tuoi dati e premi su REGISTRAZIONE; ti verrà posta una semplice domanda e, dopo aver inviato la risposta al nostro indirizzo, in breve tempo, riceverai l'approvazione della tua richiesta. Potrai quindi entrare nell'area riservata con ACCEDI usando l'indirizzo e-mail e la password scelti nella fase precedente.

Gli articoli dal 2001 al 2020 compreso sono stati raccolti in un volume riccamente illustrato, disponibile presso la nostra redazione (AUREOS 2001-2020) e sono ancora consultabili online previa registrazione al sito. Il libro con la raccolta degli articoli del 2021 è in fase di preparazione e sarà disponibile nelle prossime settimane.