LA SOLENNE DEL 1990

[199] LA SOLENNE DEL 1990 A MONTEBELLO


Da “La Voce dei Berici” del 27/5/1990 un commento sulla Solenne di Montebello Vicentino del compianto prof. Amelio Maggio:

FEDE ED ENTUSIASMO PER MARIA

Cinquemila in processione nel paese inghirlandato

Le manifestazioni in onore della Madonna, iniziate a Montebello il 3 maggio scorso con una conferenza di mons. Pietro Nonis sul tema “Maria, la Donna Icona del Mistero”, continuate per dieci giorni in un crescendo di partecipazione e devozione, hanno avuto un momento forte nella concelebrazione di mons. Antonio Riboldi, vescovo di Acerra, con i sacerdoti della zona e nella sua applauditissima conversazione sul tema “Il cristiano di fronte alle sfide del mondo contemporaneo”. Ma la giornata più importante della “Solenne” è stata vissuta domenica 13 maggio. Una memoranda e imponente solennità che, per la sua ottima riuscita e per l’entusiasmo prodotto, resterà per sempre impressa in quanti vi hanno preso parte e costituirà una pagina gloriosa nella storia del paese a testimonianza che la fede degli avi non è morta. Fin dal primo mattino, tutte le campane hanno suonato a festa. Mons. Vincenzo Fagiolo, già arcivescovo di Chieti, segretario della Congregazione per i religiosi della Città del Vaticano, ha celebrato con altri dieci sacerdoti la S. Messa pontificale contata dal coro parrocchiale e partecipata da una grande folla. Dopo la S.Messa, a ricordo della 21a Quinquennale, l’arcivescovo ha benedetto un’artistica statua di Madonna con Bambino in pietra, opera dello scultore Giuseppe Dalla Massara. Ma l’apice delle manifestazioni si è visto nel pomeriggio durante la processione con la venerata immagine che da oltre cinque secoli Montebello conserva e invoca.
È stato un tributo di fede e di devozione a Maria degno dei più grandi santuari mariani. Oltre cinquemila persone hanno seguito in preghiera la processione per le vie principali del paese, trasformato in un arco trionfale di festoni bianco-celesti, inghirlandato di luci e di fiori. Agli ingressi principali del paese sono stati innalzati gli artistici tradizionali “archi di verde”. Mons. Nonis, a conclusione della Chiesa ha infervorato la gente con la sua eloquente parola, stupito lui pure da un cosi grande concorso di fedeli. « Forse, ha detto, è la più grande processione a cui ho assistito ». Le manifestazioni culturali e folkloristiche hanno riscosso ugualmente vivo successo e hanno incontrato l’approvazione del pubblico accorso sempre numeroso: entusiasmante soprattutto la magistrale esecuzione del complesso strumentale “Città di Schio”, diretto dal prof. Germano Facci. La sera di lunedì 14 maggio, infine, migliaia di persone di tutte le età con fiaccole multicolori si sono recate in processione da piazza Italia alla chiesa prepositurale innalzando lodi a Maria. È stato un altro spettacolo entusiasmante e commovente, quando in chiesa tutta la comunità si è consacrata e affidata a Maria. Il prevosto don Antonio Mozzo, novello a tanto entusiasmo, ha ringraziato di cuore e con gioia tutti quelli che hanno lavorato per la Solenne e ha espresso un sincero e doveroso riconoscimento alla popolazione che ha corrisposto con spontanea generosità avendo tramandato ininterrottamente per oltre un secolo la bella festa mariana.

Amelio Maggio

Scarica il libretto parrocchiale della Solenne 1990.

Alcuni avvenimenti, in Italia e nel mondo, dell’anno 1990 dal calendario di FRATE INDOVINO:

Santa Pasqua: 15 Aprile – Presidente della Repubblica: Francesco CossigaPapa: Karol Wojtyla con il nome di Giovanni Paolo II.


DAL MONDO - Leggi tutto...

7 Gennaio Per motivi di sicurezza viene chiusa al pubblico la Torre di Pisa
20 Gennaio A Beverly Hills viene assegnato il Globo d’oro al film di Giuseppe Tornatore “Nuovo Cinema Paradiso”.
3 Febbraio Dal museo di Ercolano, in provincia di Napoli, vengono rubati più di 200 preziosi reperti di arte antica.
11 Febbraio In Sudafrica, viene liberato Nelson Mandela.
2 Marzo Nelson Mandela viene eletto vice presidente dell’African National Congress.
15 Marzo Michail Gorbacëv viene eletto come primo presidente esecutivo dell’Unione Sovietica.
18 Marzo Nella Germania Est vengono indette libere elezioni per la prima volta dopo 57 anni.
2 Agosto L’Iraq invade il Kuwait; ciò conduce alla prima Guerra del Golfo.
8 Agosto George Bush avvia l’operazione “Tempesta nel deserto”.
10 Agosto La Sonda spaziale Magellano raggiunge Venere.
18 Agosto Viene interrotta la produzione del disco a 45 giri.
23 Agosto Saddam Hussein appare alla televisione di stato irachena con alcuni “ospiti” occidentali (in realtà ostaggi), per cercare di evitare la Guerra del Golfo.
23 Agosto Germania Ovest e Germania Est, annunciano la loro unificazione per il 3 ottobre.
15 Ottobre Il leader dell’Unione Sovietica, Michail Gorbacëv, riceve il Premio Nobel per la pace, per i suoi sforzi nello smorzare la Guerra Fredda e nell’aprire la sua nazione.
2 Dicembre In Germania si tengono le prime elezioni federali dopo la riunificazione. A Berlino si celebra la cerimonia ufficiale per la riunificazione delle due Germanie. A Perugia viene rapito dall’Anonima Sequestri l’undicenne Augusto De Megni.

FILM
1) Balla coi lupi; 2) Cyrano de Bergerac; 3) Edward mani di forbice; 4) Quei bravi ragazzi; 5) La voce della luna; 6) Ghost – Fantasma; 7) Il padrino – Parte III; 8) Pretty Woman; 9) Ritorno al futuro parte III.

MUOIONO
24 Febbraio Sandro Pertini, Presidente della Repubblica Italiana dal 1978 al 1985.
2 Aprile Aldo Fabrizi, attore di cinema e teatro.
15 Aprile Greta Garbo, attrice svedese.
26 Settembre Alberto Moravia, scrittore.
27 Ottobre Ugo Tognazzi, attore e regista.
7 Dicembre Enrico Coveri, stilista.

NASCONO
15 Aprile Emma Charlotte Duerre Watson, attrice britannica interprete di Harry Potter.
10 Novembre Vanessa Ferrari, ginnasta.

PREMI NOBEL
Pace: Mikhail Sergeyevich Gorbachev.
Letteratura: Octavio Paz.
Medicina: Joseph E. Murray, E. Donnall Thomas.
Fisica: Jerome I. Friedman, Henry W. Kendall, Richard E. Taylor.
Chimica: Elias James Corey.
Economia: Harry M. Markowitz, Merton H. Miller, William F. Sharpe.

SANREMO
1) “Uomini Soli” Pooh; 2) “Gli amori” Toto Cutugno; 3) “Vattene amore” Amedeo Minghi – Mietta.

SPORT
Atletica: Bordin e Antibo oro agli Europei di Atletica.
Canottaggio: Continua il dominio degli Abbagnale: sesto Titolo Mondiale nel Canottaggio.
Ciclismo: Gianni Bugno vince la Milano-Sanremo e il Giro d’Italia, mentre il Tour de France va all’americano Greg Lemond.
Motociclismo: Loris Capirossi su Honda si afferma nella 125 e Wayne Rainey su Yamaha nella 500.
Calcio: Seconda Coppa dei Campioni consecutiva per il Milan. La Sampdoria vince la Coppa delle Coppe. Lo Scudetto va al Napoli. Ai Mondiali italiani gli Azzurri escono sconfitti in semifinale dall’Argentina che perde la finale contro la Germania.
Pallavolo: L’ “Italvolley” conquista in Brasile il suo primo Titolo Mondiale.

Umberto Ravagnani

Foto:
1) La grande folla alla Solenne del 13 maggio 1990 (Rielaborazione digitale Umberto Ravagnani).
2) La venerata immagine che da oltre cinque secoli Montebello conserva e invoca (Archivio fotografico Crosara).

Figura: La copertina del calendario di Frate Indovino del 1990 (APUR – Archivio privato Umberto Ravagnani).

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE 
Oppure lascia un commento qui sotto…

LA SOLENNE DEL 1980

[190] LA SOLENNE DEL 1980 A MONTEBELLO

Dal “Giornale di Vicenza” del 25-04-1980

Il Quinquennale della Madonna cinque giorni di festeggiamenti
Dal primo al 5 maggio, per celebrare degnamente un’antica tradizione molto sentita dai fedeli – In programma funzioni religiose, concerti e spettacoli vari

Domenica 4 maggio si celebra il quinquennale in onore della Madonna, una festa nata 95 anni fa, ed è viva l’attesa della popolazione: con fervore si sta già lavorando per celebrare degnamente la tradizionale ricorrenza. Un comitato ha preparato il programma delle manifestazioni, dal primo al 5 maggio, che si preannunciano ricche di iniziative religiose e spettacoli pubblici. Nella chiesa prepositurale si svolgeranno diverse cerimonie, con la partecipazione di tre vescovi; è prevista anche una concelebrazione di tutti i cappellani che si sono alternati nella parrocchia.
Grandi e piccoli intanto stanno lavorando per preparare i festeggiamenti. Un gruppo di ragazze si è incaricato di allestire il carro regale, sul quale verrà portata per le vie del paese la statua della Vergine, trainato da due cavalli bianchi. Donne e ragazze tagliano e ricuciono fiori e festoni per addobbare le strade che saranno percorse dalla processione. Gli uomini alzano gli archi trionfali all’ingresso del paese. La facciata della chiesa e il campanile saranno illuminati e le otto campane chiameranno in pellegrinaggio i fedeli che in queste occasioni accorrono anche da molti paesi vicini.
Ed ecco il programma delle funzioni religiose e dei festeggiamenti. S’incomincia il primo maggio alle 14, con una ginkana di moto organizzata dal Moto club; alle 20 una concelebrazione presieduta dal vescovo Onisto, con i sacerdoti nati a Montebello e quelli che servirono la parrocchia. Venerdì alle 20 altra concelebrazione: il vescovo ausiliare mons. Fanton amministrerà la cresima. Sabato alle 14 ginkana ciclistica per ragazzi, alle 16 messa per anziani e ammalati celebrata da mons. Muccin, già vescovo di Feltre e Belluno. Alle 19 la messa prefestiva, alle 21 un grande concerto lirico nella chiesa prepositurale, con la partecipazione del tenore Padre Angelico, del baritono Giuseppe Scandola e di altri cantanti dell’Arena di Verona. Ricca di manifestazioni la giornata di domenica 4 maggio. Alle 10,30 la solenne mese sa pontificale celebrata da mons. Muccin, con la Schola cantorum; alle 15,30 i vespri, la processione con l’immagine della Madonna, l’omelia del Vescovo sul piazzale della chiesa e la benedizione. Alle 17 musica e folklore del complesso bandistico di Selvazzano, in piazza e per le vie del paese; alle 21 si esibirà invece il complesso strumentale « V. E. Marzotto » di Valdagno, in piazza Italia; alla fine l’immancabile spettacolo pirotecnico. Lunedi alle 8,30 messa per i ragazzi delle scuole, alle 14,30 benedizione dei bambini e loro consacrazione alla Vergine; alle 21 spettacolo di varietà. In primo tempo per la serata di sabato era previsto un concerto dell’orchestra della Fenice; è stato spostato al sabato successivo, 10 maggio, per celebrare il centenario della nascita dei musicista Arrigo Pedrollo.

Da “La Voce dei Berici” del 10-05-1980

MONTEBELLO VICENTINOFolla alle Feste Quinquennali

Superando ogni previsione e nonostante il cattivo tempo, migliaia e migliaia di persone si sono ritrovate a Montebello Vicentino in occasione delle solenni celebrazioni mariane che la cittadina riserva, ogni cinque anni, alla antica e gloriosa immagine della Vergine custodita nella chiesa parrocchiale. E stato un autentico trionfo, una manifestazione corale di fede che ha occupato cinque giorni interi coinvolgendo la popolazione locale e quella dei paesi confinanti oltre a centinaia e centinaia di ex-concittadini ora residenti altrove. La cittadina per l’occasione si è presentata con addobbi, archi e festoni fin nelle contrade più lontane. La chiesa, preparata come per le occasioni più solenni, è sempre stata gremita di gente accorsa alle celebrazioni e in particolare ai riti presieduti dai vescovi diocesani e da mons. Muccin che ha officiato la Messa pontificale accompagnata magistralmente dalla schola cantorum. Folla straripante alla processione del pomeriggio che ha potuto essere effettuata grazie ad una provvidenziale interruzione della pioggia. L’immagine della Madonna, sul tradizionale carro tirato da cavalli bianchi ha fatto giro per le vie del paese, accolta dovunque da grande folla. Il programma religioso è stato accompagnato dalle esecuzioni del complesso bandistico-folkloristico di Selvazzano che nella serata ha tenuto un applauditissimo concerto. Grandioso lo spettacolo pirotecnico conclusivo delle manifestazioni (APMB – Archivio parrocchiale di Montebello Vicentino).

Alcuni avvenimenti, in Italia e nel mondo, dell’anno 1980 dal calendario di FRATE INDOVINO:

Santa Pasqua: 6 Aprile – Presidente della Repubblica: Alessadro PertiniPapa: Karol Wojtyla con il nome di Giovanni Paolo II.


DAL MONDO - Leggi tutto...

1 Gennaio Viene istituito il Servizio Sanitario Nazionale.
21 Marzo Il presidente Jimmy Carter annuncia il boicottaggio degli Stati Uniti ai Giochi olimpici a Mosca in segno di protesta contro l’invasione sovietica in Afghanistan.
28 Aprile L’ex brigatista Corrado Alunni e il criminale Renato Vallanzasca guidano altri 14 detenuti in un’evasione dal carcere di San Vittore.
10 Maggio Inizia in Giappone la commercializzazione del fortunatissimo videogioco Pac-Man.
2 Agosto Una bomba esplode nella sala d’attesa della stazione di Bologna, il bilancio è di 85 morti e 200 feriti.
30 Settembre Cinque tv private si uniscono per dare vita alla nuova rete televisiva Canale 5.
23 Novembre Terremoto dell’Irpinia (decimo grado della scala Mercalli) provoca 2.750 morti e ingenti danni tra Campania e Basilicata.
Umberto Eco pubblica “Il nome della Rosa”.

FILM
1) Gente comune; 2) The Blues Brothers; 3) Saranno famosi; 4) Il tempo delle mele; 5) Un sacco bello; 6) L’impero colpisce ancora; 7) Toro scatenato; 8) The Elephant Man; 9) Superman II; 10) Il bisbetico domato.

MUOIONO
1 Gennaio Nenni, politico e senatore a vita.
26 Gennaio Peppino de Filippo, attore.
1 Febbraio Romolo Valli, attore.
14 Aprile Gianni Rodari, scrittore e giornalista.
29 Aprile Alfred Hitchcock, regista britannico.
4 Maggio Josip Broz Tito, dittatore e uomo politico jugoslavo.
24 Luglio Peter Sellers, attore britannico.
8 Dicembre John Lennon, cantante britannico.

NASCONO
21 Febbraio Tiziano Ferro, cantautore.
21 Marzo Ronaldinho, calciatore brasiliano.
18 Dicembre Christina Maria Aguilera, cantante USA.

PREMI NOBEL
Pace: Adolfo Pérez Esquivel.
Letteratura: Czeslaw Milosz.
Medicina: Baruj Benacerraf, Jean Dausset, George D. Snell.
Fisica: James W. Cronin, Val L. Fitch.
Chimica: Paul Berg, Walter Gilbert, Frederick Sanger.
Economia: Lawrence R. Klein.

 SANREMO
1) “Solo noi” Toto Cutugno; 2) “Ti voglio bene” Enzo Malepasso; 3) “Su di noi” Pupo.

SPORT
Olimpiadi: Nella XXII Olimpiade di Mosca, boicottate da USA, Canada, Germania Ovest, Norvegia, Kenia, Giappone, Cina e altri Paesi, l’Italia guadagna 8 ori, 3 argenti e 4 bronzi.
Ciclismo: Moser vince la sua terza Parigi- Roubaix. Hinault, il Giro d’Italia e il Mondiale su strada disputato in Francia.
Calcio: In una stagione travagliata dal calcio-scommesse, l’Inter si aggiudica lo Scudetto. A Roma, la Germania ovest è Campione d’Europa.
Automobilismo: Jones su Williams-Ford è Campione del Mondo di “Formula 1”. Da ricordare l’incidente a Clay Regazzoni che gli costerà l’uso delle gambe.

Umberto Ravagnani

Foto: Il corteo della Solenne il 4 maggio 1980 con la Madonna sul carro trainato da due cavalli dal bianco mantello (Rielaborazione digitale Umberto Ravagnani).

Figura: La copertina del calendario di Frate Indovino del 1980 (APUR – Archivio privato Umberto Ravagnani).

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE 
Oppure lascia un commento qui sotto…

LA SOLENNE DEL 1955

[179] LA SOLENNE DEL 1955 A MONTEBELLO

Siamo nel 1955, l’anno di “Marcellino pane e vino” al cinema (chi non l’ha visto?), della prima metropolitana in Italia (a Roma), della nascita della popolare Fiat 600 simbolo degli anni del boom (chi non la conosce?). A Montebello è l’anno della XV quinquennale della Madonna.
Dal diario della Parrocchia di Montebello Vicentino, tenuto da Don Antonio Zanellato che fu Prevosto dal 1919 al 1952, e continuato da Don Mario Cola, Prevosto dal 1953 al 1978, leggiamo la cronaca delle giornate dedicate alla Solenne nel 1955:

« 1955 – XV Quinquennale della Madonna di Montebello Vic.

Se ne parlò fin dalla fine di Marzo e si costituì il Comitato parr.le con gli incaricati e per gli archi e per la raccolta di offerte, etc. Tutta la relazione si può trovare nella cartella relativa: “Festa quinq. 1955”. C’è il resoconto delle offerte raccolte e della pesca. In antecedenza si pubblicò nell’Avvenire d’Italia, sulla Voce dei Berici e sull’Operaio Coll. Il seguente articolo, che ne illustrava l’origine. Sarebbe opportuno però sentire gli anziani del paese per avere delle notizie più sicure.

L’incontro a Sua Ecc.za Mr Zaffonato Vescovo di Vittorio Veneto il giovedì 28 aprile ebbe qualche cosa di fantastico. Alle Alte di Montecchio convennero circa 80 moto, 25 macchine e le autorità. L’ingresso in paese, tra la folla plaudente, la Chiesa illuminata anche esternamente, fu grandioso, e impresse alla festa quel tono solenne, fin da principio, che andò elevandosi fino alla fine. Il triduo venne predicato anche il mattino, e convenne anche il Vicariato. L’orario della festa, il suo svolgimento, e le note per un’altra Solenne le troverai nella busta che racchiude gli atti della Solenne 1955. »

DALLA VOCE DEI BERICI – 24 aprile 1955
« MONTEBELLO VICENTINO – LA QUINQUENNALE DELLA MADONNA DI MONTEBELLO

Non ha titoli speciali, ma si chiama semplicemente la festa della “Madonna di Montebello”: è tradizione che venga celebrata con la massima solennità. La sua origine risale al 1885, quando la statua della Madonna scolpita in legno di tiglio, ripristinata nei panneggiamenti e nel volto dopo un abbandono secolare, venne trasportata da una chiesa secondaria, di S. Francesco ora sede dell’Asilo, ove aveva sostato per i lavori alla Prepositurale. Senza programmi prestabiliti si fecero degli archi, si addobbarono le vie, si invitò i popolo, concorsero i vicini e il trasporto riuscì un trionfo. Alla sera spari, fiaccole, banda, ecc.
Il Prevosto di allora, Mons. Giuseppe Capovin, commosso di una manifestazione così spontanea e devota prese la parola nella Chiesa affollatissima e all’auditorio egualmente commosso, propose di rinnovare ogni cinque anni nella prima domenica di maggio quel trionfo mariano. Il nobile popolo di Montebello accolse entusiasta il desiderio del Pastore. Sorse così la cosiddetta “Solenne”, la quinquennale di Maria. E ogni cinque anni la nostra parrocchia vide il trionfo della sua Madonna, con un ritmo sempre crescente di fede, di amore alla sua gran Madre benedicente.
Per il triduo avremo quest’anno fra noi Sua Ecc. Mons. Zaffonato, che pontificherà solennemente la domenica nella Parrocchiale. Il pomeriggio, oltre a Sua Ecc. Monsignor Zaffonato, sarà presente anche Sua Ecc. Mons. Carlo Zinato, nella processione che portando in trionfo la statua della Madonna onorerà degnamente la festa. Alla sera seguirà un programma bandistico e fuochi artificiali. Durante tutta la giornata funzionerà una ricca Pesca di beneficenza. »

Alcuni avvenimenti, in Italia e nel mondo, dell’anno 1955 dal calendario di FRATE INDOVINO:

Santa Pasqua: 10 Aprile – Presidente della Repubblica: Luigi Einaudi. Da l’11 maggio Giovanni Gronchi Papa: Eugenio Pacelli con il nome di Pio XII .

 

DAL MONDO - Leggi tutto...

1 Dicembre Il 1° dicembre a Montgomery in Alabama (Stati Uniti) Rosa Parks, 42 anni, di colore, rifiuta di cedere il posto sull’autobus a dei bianchi. È il primo atto di un’azione di protesta che andrà avanti fino al pronunciamento della Corte Suprema il 13 novembre 1956.
20 Dicembre Viene firmato l’accordo italo-tedesco per il reclutamento della manodopera italiana; nei decenni successivi si trasferiranno in Germania 4 milioni di connazionali.
Costo della vita: stipendio mensile di un operaio circa £. 40.000; una tazzina di caffè costa £. 40 e il pane £. 150 al kg; la Fiat inizia a produrre la 600 con un prezzo di vendita intorno a £. 600.000.

FILM
1) Il ferroviere; 2) Le amiche; 3) Caccia al ladro; 4) Quando la moglie è in vacanza; 5) La valle dell’Eden; 6) Siamo uomini o caporali?; 7) La rosa tatuata; 8) Gioventù bruciata; 9) Le amiche; 10) Lo scapolo; 11) Il segno di Venere; 12) Marcellino pane e vino.

MUOIONO
11 Marzo Alexander Fleming, batteriologo inglese.
18 Aprile Albert Einstein, fisico e matematico tedesco.
26 Maggio Alberto Ascari, pilota automobilistico.
12 Agosto Thomas Mann, romanziere tedesco.
30 Settembre James Dean, attore americano.

NASCONO

1 Marzo Gene Gnocchi, comico e conduttore televisivo.
9 Marzo Ornella Muti, attrice.
13 Marzo Bruno Conti, calciatore.
17 Maggio Francesco Nuti, regista e attore.
20 Maggio Diego Abatantuono, attore e sceneggiatore.
3 Luglio Walter Veltroni, politico.
25 Settembre Adelmo Fornaciari, in arte Zucchero, cantautore.
28 Ottobre Bill Gates, imprenditore statunitense dell’informatica.
3 Dicembre Pier Ferdinando Casini, politico.

PREMI NOBEL
Chimica: Vincent Du Vigneaud.
Fisica: Polykarp Kusch, Willis Eugene Lamb.
Letteratura: Halldór Kiljan Laxness.
Medicina: Axel Hugo Theodor Theorell.
Pace: Non assegnato.

 SANREMO
1) “Buongiorno tristezza” Tullio PaneClaudio Villa; 2) “Il torrente”Tullio Pane – Claudio Villa; 3) “Canto nella valle” Nuccia Bongiovanni con Bruno Pallesi e Radio BoysNatalino Otto con Trio Aurora.

SPORT
Ciclismo: Maspes conquista per l’Italia il primo Titolo Mondiale nel Campionato assoluto di Velocità su Pista al Vigorelli di Milano. Fiorenzo Magni si aggiudica il Giro d’Italia.
Calcio: Viene inaugurata la Coppa dei Campioni d’Europa. Il Milan vince lo Scudetto; la seconda classificata (Udinese) e il Catania retrocedono per illecito sportivo.
Automobilismo: Fangio, sempre su Mercedes, si conferma Campione del Mondo.
Ippica: Ribot, “pluripremiato” purosangue allevato dal grande Federico Tesio, corre per la prima volta e vince l’Arc de Triomphe.

Umberto Ravagnani

Foto:
1) Il corteo della Solenne il 1° maggio 1955 con la Madonna sul carro trainato da due cavalli neri.
2) Mons. Giuseppe Zaffonato (1899 – 1988) davanti alla Chiesa di Montebello Vicentino durante la Solenne del 1955.
È stato nominato vescovo di Vittorio Veneto il 27 settembre 1945 e il 31 gennaio 1956 fu promosso arcivescovo metropolita di Udine.
(Dal diario di Don Antonio Zanellato e Don Mario Cola – Archivio Parrocchiale di MB. Foto originali in bianco/nero dello Studio Fot. Crosara. Elaborazione grafica digitale e colore Umberto Ravagnani).

Figura: La copertina del calendario di Frate Indovino del 1955 (APUR – Archivio privato Umberto Ravagnani).

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE 
Oppure lascia un commento qui sotto…

 

LA SOLENNE DEL 1970

[177] LA SOLENNE DEL 1970 A MONTEBELLO

Dal diario della Parrocchia di Montebello Vicentino, tenuto da Don Antonio Zanellato che fu Prevosto dal 1919 al 1952, e continuato da Don Mario Cola, Prevosto dal 1953 al 1978, leggiamo la cronaca delle giornate dedicate alla Solenne nel 1970:

« 1970 – … Devo aggiungere che l’illuminazione della Chiesa e del Campanile fu fatta dai ferrovieri locali, gratis, per concessione del loro capo Sig. Campesan. Per riconoscenza li ho invitati a cena il mercoledì 3 Giugno, ed è stato un incontro molto cordiale.
Questa volta non è stato invitato il Vicario perché venivano in pochi, ma ci fu il compenso di una partecipazione maggiore della parrocchia.
Il carro era tirato da un cavallo bianco: aggiungo alcune fotografie che illustrano il grande avvenimento. Presenti anche due carabinieri in alta tenuta. Per i programmi vedi cartella della Quinquennale e quella dei bollettini parrocchiali. Meglio posticipare la Processione alle 15.30, e che ci sia un tecnico alla porta della Chiesa per gli altoparlanti, che uniscono la preghiera comune della Processione. Curare meglio il trasporto degli ammalati. Il Canto fu tutto in italiano: in latino il Magnificat del Perosi al pomeriggio. »

DALLA VOCE DEI BERICI
MONTEBELLO VICENTINO 3-5-1970 – Oggi in parrocchia festa della Madonna

La « solenne »: è chiamata così l’odierna festa della Madonna di Montebello che ritorna ogni cinque anni e che è giunta alla diciassettesima edizione. La sua origine risale al prevosto Capovin, che nel trasporto dell’immagine da una cappella del paese alla chiesa parrocchiale, commosso per la partecipazione della folla, stabilì di rinnovare la processione ogni quinquennio. Alla celebrazione odierna sarà presente S.E. Mons. Mason. Il programma dettagliato è stato pubblicato su grandi manifesti. Il tributo di affetto e di venerazione che la parrocchia rende alla Beata vergine sua protettrice è veramente imponente. Vie infiorate, archi, banda, chiesa illuminata allo esterno, partecipazione cordiale di tutti i cittadini rendono più festosa la solennità. Non c’è famiglia che non si senta legata alla sua Madonna.

DALLA VOCE DEI BERICI
MONTEBELLO VIC. – Felice riuscita della quinquennale festa della Madonna.

Preparata da S.E. Mons. Edoardo Mason, vescovo missionario (dopo l’ingresso solenne fatto da S.E. Mons. Fanton per una breve assenza del primo, il giovedì 30 aprile), la festa quinquennale della Madonna di Montebello è riuscita vera apoteosi celeste. Le cerimonie sono culminate la domenica 3 maggio con la celebrazione di dodici sacerdoti nati o passati per ministero nella parrocchia, e la solenne processione del pomeriggio, attraverso le vie addobbate.
E non si pensi ad una sagra: la frequenza ai Sacramenti è stata come quella pasquale, con la presenza di Confessori straordinari, per cui la gioia del cuore si associa a quella esterna, espressa in archi costruiti con arte, nella banda, nei fuochi artificiali, ecc.
Le famiglie hanno invitato i parenti lontani, venuti anche dall’estero, e Montebello è ritornato in quei giorni una unica e mirabile famiglia spirituale. Le persone si sono calcolate alla solenne processione sulle 5.000. Gli ammalati, riuniti in chiesa, il lunedì seguente, hanno avuto il conforto di ammirare la vergine e di fare la S. Comunione per le mani di S.E. Mons. Vescovo.

Alcuni avvenimenti, in Italia e nel mondo, dell’anno 1970 dal calendario di FRATE INDOVINO:

Santa Pasqua: 29 Marzo – Presidente della Repubblica: Giuseppe SaragatPapa: Giovanni Battista Montini con il nome di Paolo VI.


DAL MONDO - Leggi tutto...

22 Gennaio 1970 Primo volo commerciale di un Boeing 747, da New York a Londra in 6 ore
5 Febbraio Viene trasmesso, per la prima volta, il Telequiz “Rischiatutto”.
5 Marzo entra in vigore il “Trattato di non proliferazione nucleare”.
10 Aprile Si scioglie il gruppo musicale dei Beatles.
14 Aprile Grave guasto dell’Apollo 13, navicella spaziale americana in orbita terrestre, con rientro il 17 aprile e fortunoso salvataggio dei piloti.
7 Giugno Si tengono per la prima volta le elezioni regionali.
11 Settembre Un tornado a Venezia e l’8 ottobre un’alluvione a Genova, causano gravi perdite di vite umane.

FILM
1) Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto; 2) Airport; 3) Gli Aristogatti; 4) Il Giardino dei Finzi Contini; 5) Zabriskie Point; 6) Uomini Contro; 7) Andromeda; 8) Asterix e Cleopatra; 9) Strategia del ragno.

MUOIONO
2 Giugno Giuseppe Ungaretti, poeta.
18 Settembre Jimi Hendrix, chitarrista e cantante USA.
25 Settembre Erich Maria Remarque, scrittore tedesco.
9 Novembre Charles de Gaulle, generale e statista francese.

NASCONO
13 Gennaio Marco Pantani, campione di ciclismo.
29 Aprile Andre Agassi, tennista statunitense.
4 Giugno Deborah Compagnoni, sciatrice italiana.
25 Agosto Claudia Schiffer, top model tedesca.

PREMI NOBEL
Pace: Norman E. Borlaug.
Letteratura: Aleksandr Isayevich Solzhenitsyn.
Medicina: Julius Axelrod, Ulf von Euler, Bernard Katz.
Fisica: Hannes Olof Gösta Alfven, Louis Eugène Félix Néel.
Chimica: Luis Leloir.
Economia: Paul A. Samuelson.

 SANREMO
1) “Chi non lavora non fa l’amore” Adriano Celentano – Claudia Mori; 2) “La prima cosa bella” Nicola Di Bari – Ricchi e Poveri; 3) “L’arca di Noè” Sergio Endrigo – Iva Zanicchi.

SPORT
Pallacanestro: 9 Aprile L’ italiana esulta per la conquista della Coppa dei Campioni da parte dell’ “Ignis Varese” che domina a Sarajevo la “Stella Rossa”. Il 26 settembre vincerà anche la Coppa Intercontinentale contro lo Slavia Praga.
Calcio: il Cagliari di Gigi Riva conquista il suo primo Scudetto, lasciando Juventus ed Inter in lotta per la seconda posizione. Il 17 giugno la Nazionale Italiana merita il plauso internazionale per la prova di carattere offerta in occasione dell’incontro vinto 4 a 3 contro la Nazionale della Germania Ovest. Allo stadio “Azteca” di Città del Messico (tempio mondiale del football), il 21 giugno la Squadra Brasiliana vince la Coppa Rimet battendo la nostra Nazionale per 4 a 1.

Umberto Ravagnani

Foto: Il corteo della Solenne il 3 maggio 1970 con la Madonna sul carro trainato da un cavallo dal bianco mantello (dal diario di Don Antonio Zanellato e Don Mario Cola – Archivio Parrocchiale di MB – elaborazione grafica digitale Umberto Ravagnani).

Figura: La copertina del calendario di Frate Indovino del 1970 (APUR – Archivio privato Umberto Ravagnani).

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE 
Oppure lascia un commento qui sotto…

 

LA SOLENNE DEL 1960

[173] LA SOLENNE DEL 1960 A MONTEBELLO

Dal diario della Parrocchia di Montebello Vicentino, tenuto da Don Antonio Zanellato che fu Prevosto dal 1919 al 1952, e continuato da Don Mario Cola, Prevosto dal 1953 al 1978, leggiamo la cronaca delle giornate dedicate alla Solenne nel 1960:

« 75° dalla fondazione. 28 Aprile – 2 Maggio 1960.

Giov. 28-4
Incontro all’Arcivescovo alle Alte Montecchio – Un trionfo – Circa 50 macchine lo accompagnarono a MBello – Al Ponte sul Chiampo Confratelli – Baldacchino e Solenne processione alla Chiesa illuminata – Predica e benedizione – Il nome del Vescovo: Mr. Natale Moscati Arc. di Ferrara.

Ven. e Sab
Solenne venerazione alla Madonna per Contrade come nelle 40 ore partendo dall’Oratorio e offerta di Candele – Al Mattino, opportunamente distribuito il pellegrinaggio del Vicariato, con l’offerta di metà spesa da parte della parrocchia – Il tutto ben riuscito con numerose S. Comunioni.

Alla Domenica 1-5
Pontificale con l’assistenza di Chierici venuti dal Seminario e processione pomeridiana – una leggera minaccia di pioggia scompare tosto: unico inconveniente: non funzionarono all’ultimo momento gli altoparlanti che collegavano la Chiesa con tutto il percorso della processione, per cui sarà opportuno un’altra volta che un tecnico sia sempre presente in Chiesa. Discorso dell’Arcivescovo e del Prevosto: vedi relazione del giornale in apposita cartella.

Lunedì 2-5
Si volle far festa, e si mantenne la promessa – alla Messa dei malati, opportunamente trasportati in Chiesa, folla numerosa, come pure ai Vespri pomeridiani – Tutti furono meravigliati del concorso.

Osservazioni: opportuna la pubblicazione del bollettino di Febbraio, che dà il tono: l’invito di un Vescovo, che lo sostiene, la venerazione per contrade, l’offerta di una candela, il collegamento del percorso con altoparlanti, il trasporto dei malati, la festa del lunedì, etc. Vedi note nel bollettino. – La distribuzione di un’immagine – Un’altra volta: Il Cardinale di Venezia (?) Questa volta accettò e poi declinò l’invito – La televisione (?) Un maggiore reclam di stampa (?)

Sono stato contentissimo però delle S. Comunioni, anche di Uomini: alla distanza di 15 giorni dalla Pasqua non le aspettavo.

LAUS MARIAE – HODIE ET SEMPER »

Dal Bollettino Parrocchiale di Montebello dell’anno 1960:

« FESTA QUINQUENNALE DELLA MADONNA

E’ stato fatto un ampio resoconto nel giornale, Chi potrà dimenticare le tre giornate di “paradiso” che abbiamo trascorse? Quanto solenne l’incontro alle “Alte” a S. Ecc. Mans, Natale Mosconi, Arcivescovo di Ferrara! E come numerosi i turni di venerazione alla Madonna, per contrade!
Chiesa illuminata, campane a distesa, letizia serena in tutti, Comunioni e pellegrinaggio del Vicariato, hanno conferita alle solennità un carattere straordinario.
Alla domenica di chiusura poi, pontificale e processione, legata nel percorso da altoparlanti, hanno avuto come corona folla immensa, convenuta da ogni luogo.
Il lunedì fu dedicato agli ammalati, che ricevettero la S. Comunione in Chiesa da S. Ecc, l’Arcivescovo.
Esternamente le feste sono state sontuose: internamente le anime hanno confermata fa loro devozione alla cara Madonna di Montebello. »

Alcuni avvenimenti, in Italia e nel mondo, dell’anno 1960 dal calendario di FRATE INDOVINO:

Santa Pasqua: 17 Aprile – Presidente della Repubblica: Giovanni GronchiPapa: Angelo Giuseppe Roncalli con il nome di Giovanni XXIII.


DAL MONDO - Leggi tutto...

10 Gennaio 1960 – In Italia viene messa in onda la trasmissione radiofonica “Tutto il calcio minuto per minuto”.
29 Febbraio Un terremoto uccide un terzo della popolazione di Agadir in Marocco.
Si svolge a Squaw Valley, in California, l’VIII Olimpiade Invernale.
28 Marzo Giovanni XXIII eleva a cardinale Laurean Rugambwa, primo cardinale di colore nella storia della Chiesa.
22 Maggio Ancora un terremoto, il più forte del XX secolo, si abbatte sul Cile con magnitudo 9,5 gradi della Scala Richter (considerato il più potente terremoto mai registrato nella storia, con circa tremila morti n.d.r.).
Negli Stati Uniti, le elezioni presidenziali vedono vincitore John Fitzgerald Kennedy, che diventa il 35° Presidente.

FILM
1) L’appartamento; 2) La dolce vita; 3) Fino all’ultimo respiro; 4) Psyco; 5) Rocco e i suoi fratelli; 6) Spartacus; 7) Tutti a casa; 8) La ciociara; 9) Il figlio di Giuda.

MUOIONO
3 Febbraio Fred Buscaglione, cantante e attore.
1 Settembre Mario Riva, presentatore televisivo e attore.
16 Novembre Clark Gable, attore statunitense.

NASCONO
21 Marzo Ayrton Senna, pilota brasiliano di “Formula 1”.
28 Aprile Walter Zenga, calciatore.
8 Maggio Franco Baresi, calciatore.
16 Maggio Rosario Fiorello, conduttore radiofonico e televisivo.
4 Settembre Giorgio Panariello, comico e attore.
11 Settembre Francesco De Angelis, velista.
4 Ottobre Francesco Baccini, cantautore.
30 Ottobre Diego Armando Maradona, calciatore argentino.
17 Dicembre Moreno Argentin, campione di ciclismo.

PREMI NOBEL
Pace: Albert John Lutuli.
Letteratura: Saint-John Perse.
Medicina: Frank Macfarlane Burnet, Peter Brian Medawar.
Fisica: Donald Arthur Glaser.
Chimica: Willard Frank Libby.

SANREMO
1) “Romantica” Renato RascelTony Dallara; 2) “Libero” Domenico ModugnoTeddy Reno; 3) “Quando vien la sera” Joe SentieriWilma De Angelis.

SPORT
Olimpiadi: 25 Agosto il 25 agosto, si aprono a Roma i Giochi della XVII Olimpiade; emozionante il successo di Livio Berruti che riesce a dominare e vincere nei 200 metri; la maratona vede affermarsi Abebe Bikila, etiope che corre a piedi nudi. L’Italia porta a casa 36 medaglie, di cui 13 d’oro, posizionandosi al 3° posto della classifica generale.
Ciclismo: Il mondo del ciclismo e dello sport piange la scomparsa di Fausto Coppi, deceduto il 2 gennaio a causa di malaria non diagnosticata; Anquetil è il primo francese a vincere il Giro d’Italia; l’italiano, Gastone Nencini, torna ad aggiudicarsi il Tour de France.
Calcio: La Juventus vince trionfalmente lo Scudetto.
Automobilismo: Jack Brahbam si conferma Campione Mondiale di “Formula 1” con la Cooper-Climax.

Umberto Ravagnani

Foto: Il corteo della Solenne il 1° maggio 1960 con la Madonna sul carro trainato da due cavalli dal bruno mantello (dal diario di Don Antonio Zanellato e Don Mario Cola – Archivio Parrocchiale di MB. Foto originale in bianco/nero dello Studio Fot. Crosara. Elaborazione grafica digitale Umberto Ravagnani).
Figura: La copertina del calendario di Frate Indovino del 1960 (APUR – Archivio privato Umberto Ravagnani).

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE 
Oppure lascia un commento qui sotto…

IL MAESTRO AMELIO MAGGIO

[170] IL MAESTRO AMELIO MAGGIO

Amelio Maggio è nato a Montebello l’8-3-1921 da una famiglia tra le più vecchie del paese e ivi risiede. Ha insegnato nella Scuola Elementare di Montebello dal 1945 al 1966. In seguito a concorso, è stato inviato dal Ministero Affari Esteri ad insegnare nelle scuole Italiane del Cairo – Egitto. Si è laureato in materie letterarie all’Università di Padova con la tesi in francese su uno scrittore contemporaneo egiziano. Al suo rientro in Italia ha continuato l’insegnamento nella Scuola Media di Montebello fino al quarantesimo anno di servizio. (1)

 

Ecco un ricordo di Amelio Maggio da uno dei fondatori della nostra Associazione:

«… Dopo breve malattia, è scomparso Amelio Maggio, il Presidente degli “Amici di Montebello”. Il professor Maggio o “maestro”, come veniva ancora affettuosamente chiamato da quanti erano stati suoi scolari, ha coltivato lo studio della storia locale come memoria collettiva, insegnando l’amore per il paese natale e l’attenzione ai “segni” che sono rimasti a testimoniare il rapporto tra la comunità di Montebello e il suo territorio. I titoli delle sue pubblicazioni e collaborazioni testimoniano questi intenti fin dal primo lavoro, “Il mio paese. Esplorazioni e ricerche per lo studio dell’ambiente” (1968) che, in chiave didattica, proponeva aspetti fisici, idrografici e storici del territorio comunale, così come erano stati “scoperti” dai suoi alunni attraverso lezioni, testimonianze ed “uscite sul campo”. Il suo contributo “Cronache e ricordi” al volume di G. PieropanIl Generale Giuseppe Vaccari (1866-1937)”, pubblicato nel 1989, e “Montebello Novecento”, scritto a quattro mani con L. Mistrorigo, sono la dimostrazione di come egli fosse diventato un riferimento indispensabile, in quanto testimone diretto e conoscitore delle fonti storiche locali. L’attenzione alle tradizioni locali lo portava a ricostruire, attraverso i documenti dell’archivio parrocchiale, la storia della celebrazione quinquennale della Solenne “La Madonna di Montebello nel centenario dell’istituzione della Festa Quinquennale” (1985) e la costante preoccupazione per la salvaguardia e la valorizzazione dei monumenti storici ed artistici di Montebello lo induceva ad accompagnare o a sollecitare iniziative di restauro con pubblicazioni come quelle su “L’ospizio e l’oratorio di S. Giovanni Battista di Montebello Vicentino” (1988) o su “Il castello di Montebello e la famiglia dei conti Maltraverso” (2000). Un suo sogno era che a Montebello potesse esserci un museo a testimonianza delle antiche origini del nostro paese. Nell’ambito della nostra associazione di cui era stato socio fondatore, ha promosso iniziative volte ad approfondire e a divulgare l’impegno preso fin dagli anni dell’insegnamento. L’attività dell’associazione è stata fortemente legata a queste due figure (2) che non ci sono più, e gli “Amici di Montebello” condividendo le finalità e prendendo il loro esempio intendono portare avanti il loro impegno.» (3)

Note:
(1) A. MAGGIO – Il mio paese, Gambellara, 1968
(2) Nel luglio 2001 era deceduto anche Bruno Cisco, socio degli Amici di Montebello e appassionato di storia del paese, ricordato nello stesso articolo di Sandra Vantini nel N° 2 di AUREOS.
(3) SANDRA VANTINI, AUREOS N° 2 – Giugno 2002.

Foto: Anno scolastico 1962-63, classe IIIa maschile (in quell’anno scolastico era formata da 27 alunni), con il maestro Amelio Maggio (rielaborazione digitale – APUR Umberto Ravagnani).

(Dal libro di Ottorino GianesatoUmberto RavagnaniMaria Elena Dalla Gassa « LA “SCUOLA VECCHIA” ELEMENTARE DI MONTEBELLO VICENTINO »)

Umberto Ravagnani

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE 
Oppure lascia un commento qui sotto…

IN RICORDO DI AMELIO E BRUNO

[12] IN RICORDO DI AMELIO E BRUNO

Nel luglio dello scorso anno è deceduto Bruno Cisco, socio della nostra Associazione: egli era un grande appassionato della storia di Montebello ed ha sempre partecipato con entusiasmo e disponibilità alle iniziative per la diffusione della conoscenza della storia e del patrimonio artistico del nostro paese. La sua morte improvvisa e prematura ha lasciato un grande vuoto in tutti noi. Un altro lutto ci ha colpiti all’inizio di quest’anno. Dopo breve malattia, è scomparso Amelio Maggio, il Presidente degli “Amici di Montebello”. Il professor Maggio o “maestro”, come veniva ancora affettuosamente chiamato da quanti erano stati suoi scolari, ha coltivato lo studio della storia locale come memoria collettiva, insegnando l’amore per il paese natale e l’attenzione ai “segni” che sono rimasti a testimoniare il rapporto tra la comunità di Montebello e il suo territorio. I titoli delle sue pubblicazioni e collaborazioni testimoniano questi intenti fin dal primo lavoro, “Il mio paese. Esplorazioni e ricerche per lo studio dell’ambiente” (1968) che, in chiave didattica, proponeva aspetti fisici, idrografici e storici del territorio comunale, così come erano stati “scoperti” dai suoi alunni attraverso lezioni, testimonianze ed “uscite sul campo”. Il suo contributo “Cronache e ricordi” al volume di G. Pieropan “Il Generale Giuseppe Vaccari (1866-1937)“, pubblicato nel 1989, e “Montebello Novecento“, scritto a quattro mani con L. Mistrorigo, sono la dimostrazione di come egli fosse diventato un riferimento indispensabile, in quanto testimone diretto e conoscitore delle fonti storiche locali. L’attenzione alle tradizioni locali lo portava a ricostruire, attraverso i documenti dell’archivio parrocchiale, la storia della celebrazione quinquennale della Solenne “La Madonna di Montebello nel centenario dell’istituzione della Festa Quinquennale” (1985) e la costante preoccupazione per la salvaguardia e la valorizzazione dei monumenti storici ed artistici di Montebello lo induceva ad accompagnare o a sollecitare iniziative di restauro con pubblicazioni come quelle su “L’ospizio e l’oratorio di S. Giovanni Battista di Montebello Vicentino” (1988) o su “Il castello di Montebello e la famiglia dei conti Maltraverso” (2000).
Un suo sogno era che a Montebello potesse esserci un museo a testimonianza delle antiche origini del nostro paese.
Nell’ambito della nostra associazione di cui era stato socio fondatore, ha promosso iniziative volte ad approfondire e a divulgare l’impegno preso fin dagli anni dell’insegnamento. L’attività dell’associazione è stata fortemente legata a queste due figure che non ci sono più, e gli “Amici di Montebello” condividendo le finalità e prendendo il loro esempio intendono portare avanti il loro impegno.

S.V. (dal N° 2 di AUREOS – Giugno 2002)
Se l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE su FACEBOOK