IL CAPITELLO DELLE CARPANE

[153] IL CAPITELLO DELLE CARPANE

Un click qui per ingrandire l'immagine

Dal libro “La religiositΓ  popolare nei Capitelli e gli Oratori a Montebello Vicentino” di Dima Luisa Franchetto e Silvana Marchetto, Amici di Montebello – 2005.

« Probabilmente si tratta del capitello piΓΉ antico del paese e senza dubbio del piΓΉ bello: l’immagine della Madonna Γ¨ dolcissima. È situato all’inizio della stradella delle Carpane; il terreno della stradina Γ¨ stato regalato dalla contessa Freschi perchΓ© gli abitanti delle contrade Borgolecco, Montegrappa, Castelletto potessero accedere piΓΉ agevolmente alla Chiesa e la Madonna β€œvigilava” sul passaggio dei fedeli. Ne Γ¨ testimonianza la scritta che il capitello portava: β€œNostra Signora del Sacro Cuore di GesΓΉ, pregate per noi”.

Varie testimonianze ricordano l’attaccamento della popolazione nei confronti della Madonna; un’anziana, ora deceduta, e altri ultraottantenni hanno parlato delle preghiere che ogni sera venivano recitate durante la Ia guerra mondiale.

Descrizione.

1) Il corpo centrale, probabilmente il più antico, è ricavato da un blocco di pietra tenera. (Bianca di S. Gottardo). È la tipica pietra proveniente dai Colli Berici e usata comunemente, fin da epoche remote, nelle costruzioni sia residenziali, sia civili in tutte le aree limitrofe. Di conseguenza il manufatto è locale, come presumibilmente lo stesso scalpellino.

2) Angeli genuflessi. Sono posti sulla sommitΓ  del muro di recinzione, ai lati del frontalino e sono anch’essi ricavati da blocchi di pietra tenera dei colli Berici. La loro insolita collocazione sopra il muro, la posizione leggermente β€œtorta” verso il centro del capitello, una β€œmano” scultorea piΓΉ sicura di quella rivelata nel corpo centrale, inducono a pensare che siano provenienti da un monumento funerario e collocati in epoca posteriore.

3) La statua poggia su di una lastra di pietra Rosa di PRUN, proveniente dalle cave a nord di Verona sui Lessini. Questa pietra Γ¨ conosciuta e apprezzata β€œda sempre” per la resistenza, perchΓ© puΓ² venire estratta in lastre naturali e facilmente levigabili. È generalmente usata in costruzioni civili e religiose, meno in quelle residenziali.

4)Β Il rivestimento del muro, sicuramente moderno come impianto, Γ¨ formato da lastre sottili, levigate meccanicamente, di pietra tenera dei Colli Berici e poste in opera con l’ausilio del cemento.

Restauri:

negli anni β€˜50 ad opera di Munaretto;
1979 ad opera di Mistrorigo Sergio;
1983 vi Γ¨ stato aggiunto lo zoccolo in pietra ed Γ¨ stato rivestito il muro con lastre di pietra dei Berici;
1985 Valbona Michelangelo, l’interno della nicchia Γ¨ stato rivestito con β€œvetricolor” (precedentemente era tinteggiato in azzurro e porpora);
1990 restauro della Statua della Madonna.

La statua Γ¨ in gesso, fatta a mano; nella parte posteriore conserva una intelaiatura formata da un paletto verticale di acacia e da tre orizzontali. La statua Γ¨ racchiusa da un vetro, prima incorniciato di legno poi di metallo. La cura dei vari restauri Γ¨ oggi opera di Michelangelo ValbonaΒ Β».

 

Umberto Ravagnani

Foto: Il Capitello delle Carpane in una foto del 2005 (APUR – Umberto Ravagnani).

 

CHI ERA LINO LOVATO?

AI LETTORI: L’Associazione Amici di Montebello sta preparando un evento per ricordare il nostro concittadino LINO LOVATO, pittore e scultore buono, generoso, sensibile, autore di molte opere artistiche. Chi avesse informazioni, aneddoti, suoi quadri, etc., Γ¨ invitato a mettersi in contatto con la redazione tramite e-mail, sms o cellulare (informazioni a fondo pagina).

Se hai FACEBOOK e l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACEΒ 
Oppure lascia un commento qui sotto…Β