EL BORGO

[7] TOPONOMASTICA LOCALE (1)
El Borgo

Il Borgo, dal latino altomedioevale Borgus = piccolo centro abitato oppure quartiere o sobborgo cittadino che si trova o si trovava originariamente in pertiferia, è quella Contrada ad est del centro del paese delimitata a nord dalla diga del bacino idraulico del torrente Guà sulla quale insiste la strada statale 11 Padana Superiore, ad est dal torrente Guà, a sud dall’autostrada Serenissima A4, ad ovest e nord-ovest dalla strada comunale di Fara e dal torrente Chiampo che si suddivideva in due contrade “el Borgo de sora ed el Borgo de soto” la prima a nord della strada che porta a Vicenza e che è andata distrutta nel 1925/26 durante i lavori per la realizzazione della diga di sbarramento del bacino idraulico, la seconda a sud della medesima strada e che a sua volta si suddivideva e tuttora si suddivide in due contrade “el Borgo de qua ed “el Borgo de là” poste una alla destra e l’altra alla sinistra del Rio Acquetta.

Curiosità: nel Borgo de là oltre all’antica “Osteria de Marcela” esisteva fino a una trentina di anni fa anche l'”Osteria al Tram“. Questa curiosa insegna trovava forse motivazione nella ferrovia Montecchio Maggiore – Montebello – Lonigo – Ponte Botti progettata nel primo decennio del secolo scorso e poi non realizzata per lo scoppio della prima guerra mondiale. Probabilmente il percorso della ferrovia-tramvia doveva risultare parallelo alla strada statale e passare quindi in prossimità all’osteria; il previdente gestore della stessa pensava di poter incrementare i propri guadagni allettando ad una sosta i passeggeri ed i paesani con quella moderna ed ammiccante insegna. La storia ci dice che la ferrovia non venne realizzata ma nonostante ciò l’insegna del locale rimase in bella mostra fin dopo la cessazione dell’attività dell’osteria.

L.D. (dal N° 1 di AUREOS – Dicembre 2001)

Figura: Il Borgo ‘de soto’ visto dal satellite.
Se l’articolo ti ha soddisfatto metti MI PIACE su FACEBOOK

2 Commenti

    1. Adelino Fioraso

      Difatti, a mio ricordo l’Osteria Al Tram era di Angelo Alvise, non ricordo i proprietari precedenti. A quei tempi vi era anche il gioco delle bocce, mentre quella di Marcella era alle Asse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *